giovedì 16 novembre 2017

Valérie Plante, giuramento femminista per il sindaco di Montreal

Il nuovo sindaco di Montreal, Valérie Plante, ha giurato questo pomeriggio nella City Hall della città, assieme al nuovo consiglio cittadino.
La Plante è la prima 'sindaco' al femminile nella storia di Montreal, per una elezione che ha portato al comando della città, nei prossimi quattro anni, ben 53 donne, il 51% del totale, con ben sette sindaci collegiali pure di sesso femminile.
La cerimonia ha avuto dei connotati demagogicamente femministi, con la banda dei Buffalo Hat Singers che ha dedicato i propri brani alle donne in genere (?), mentre su uno schermo gigante sono state proiettate una lunga sfilza di immagini dedicate alle donne più importanti della storia cittadina. Ma ce n'era veramente bisogno?

Law & Order, Bellamy Young e il Canada protagonisti

Bellamy Young alla sbarra in una scena del telefilm
Law & Order è probabilmente la più fortunata serie nella storia dei telefilm americani, sicuramente quella con la vita più lunga e la più ampia serie di spin-off.
Nella serie originale, però, alla 9.a stagione, andata in onda nel 1998, venne trasmesso l'episodio "True North", il nono della serie e 190° assoluto, in cui protagonista è una giovane donna canadese, accusata di duplice omicidio, di cui il procuratore Jack McCoy (interpretato da Sam Waterston) chiede inizialmente invano l'estradizione.
Il finale sarà drammatico, con una trama tutta imperniata sulle differenze legislative fra Stati Uniti e Canada, e con diversi attacchi (voluti?) alla legge canadese.
Nell'episodio sono in scena tutti gli storici protagonisti del telefilm, con la bellissima Angie Harmon a fare da 'spalla' al procuratore McCoy, ma soprattutto l'affascinante Bellamy Young (nata ad Asheville, in North Carolina e apparsa in moltissime serie televisive) nei panni di Stephanie Harker, la canadese assassina.

Giovane mamma ritrovata morta a Calgary

Samarjit 'Seema' Kaur Minhas, una giovane madre di 30 anni scomparsa da una settimana, è stata ritrovata cadavere dalla polizia canadese.
La giovane donna, residente a Calgary, era stata vista in vita l'ultima volta il 9 novembre nei pressi di Coral Springs.
La famiglia aveva contattato la polizia il giorno dopo che la Minhas non si era presentata a prendere la figlia alla Mountain View Academy.
La polizia di Calgary ha confermato la morte della polizia questo mercoledì, aggiungendo però che la morte non è da considerarsi legata a fatti criminali.

ONU: a peacekeeper donna premio difensore militare di genere

Seitebatso Pearl Block
Una peacekeeper dell'ONU proveniente dal Sud Africa ha ricevuto il riconoscimento "United Nations' Military Gender Advocate of the Year" a Vancouver.
Il maggiore Seitebatso Pearl Block ha ricevuto il primo dal premier canadese Justin Trudeau e dal capo delle operazioni di pace dell'ONU, Jean-Pierre Lacroix, per il suo lavoro nel mantenimento della pace.
Il premio, creato l'anno scorso, riconosce la dedizione e lo sforzo di un peacekeeper nel promuovere i principi della risoluzione 1325 su donne, pace e sicurezza.
"Il maggiore Seitebatso è un'ispirazione per tutti noi e un esempio forte di come il mantenimento della pace sia incarnato da coloro che prendono iniziative personali e interagiscono con le comunità locali per trovare soluzioni ai loro problemi, proteggere meglio i civili e salvare vite umane", ha detto Lacroix. Come membro dal luglio 2016 al luglio 2017 della missione Monusco, in Congo, Seitebatso ha sviluppato una campagna di sms sulla violenza sessuale connessa al conflitto per raggiungere comunità che altrimenti non sarebbero state facilmente accessibili. (fonte: ANSA)

Il senatore Enverga Jr. muore durante un viaggio in Colombia

Tobias Enverga Jr.
Tobias Enverga Jr., senatore conservatore, è morto improvvisamente durante un viaggio di lavoro in Colombia. Il gruppo parlamentare canadese stava partecipando alla 14.a assemblea plenaria annuale del ParlAmericas.
Nato nelle Filippine, Enverga lascia la moglie Rosemer e le tre figlie Rystle, Reeza e Rocel.
Venne nominato dal precedente primo ministro Stephen Harper nel 2012 ed è stato il primo filippino a sedere nel Senato canadese.
Enverga era noto per il proprio impegno nella rappresentanza della varie comunità etniche, oltre a quella filippina.

ONU, vertice Difesa Vancouver: 46 nuovi impegni per le missioni di pace

Jean-Pierre Lacroix
L'ONU ha ricevuto 46 nuovi impegni per rendere le missioni di pace in tutto il mondo più efficienti, efficaci e reattive. E' quanto emerso al vertice ministeriale della Difesa delle Nazioni Unite a Vancouver, in Canada. Sono stati creati molti nuovi 'impegni intelligenti', pensati per colmare lacune e carenze specifiche, per esempio l'uso di elicotteri e mezzi corazzati per i membri dello staff della missione più pericolosa dell'organizzazione internazionale, quella in Mali (Minusma). Inoltre il Canada, che ha ospitato l'evento, ha annunciato che 54 paesi aderiranno ai Principi di Vancouver per prevenire il reclutamento e l'uso di bambini soldato nelle operazioni di mantenimento della pace, e altri 26 paesi si sono impegnati sul fronte delle prospettive di genere e per aumentare la presenza delle donne tra i peacekeeper. "Esiste un impegno collettivo per sostenerci e rendere la nostra azione più efficace - ha detto il capo delle operazioni di pace dell'ONU, Jean-Pierre Lacroix - Con un obiettivo chiave, quello di proteggere i civili e contribuire a riportare la pace". (fonte: ANSA)

lunedì 30 ottobre 2017

Neonata in terapia intensiva dopo parto in acqua

Partorire in acqua, specie se riscaldata, può essere pericoloso. Lo affermano i ricercatori canadesi della Western University di London, Ontario, che hanno descritto sul Canadian Medical Association Journal il caso di una bimba finita in terapia intensiva con un'infezione pochi giorni dopo la nascita.
 La bimba, raccontano i medici, è stata partorita in una vasca idromassaggio che era stata riempita tre giorni prima sotto la supervisione di un'ostetrica. Alla nascita pesava circa tre chili e mezzo ed è stata allattata senza problemi. Otto giorni dopo però è stata ricoverata con febbre alta, inappetenza e letargia, e lo stesso giorno è stata spostata in terapia intensiva a causa di una insufficienza multiorgano dovuta a sepsi. Dopo qualche giorno di antibiotici la bimba è migliorata, e i test hanno permesso di diagnosticare un'infezione da Legionella, un batterio tipico delle piscine che prolifera a temperature fra 20 e 42 gradi.
"Questo caso serve a sottolineare la possibilità di un effetto avverso potenzialmente letale del parto in acqua - scrivono gli autori - specialmente se si usano piscine riscaldate preriempite". La bimba è stata dimessa dopo cinque settimane, sottolinea lo studio. "Fattori come riempire la vasca giorni prima del parto, una inadeguata disinfezione, l'uso di fonti contaminate d'acqua, l'uso dell'idromassaggio e il riscaldamento dell'acqua contribuiscono ad aumentate il carico batterico della vasca dove avviene il parto". (fonte: ANSA)

domenica 29 ottobre 2017

Catalogna, dal Canada di Trudeau 'no' all'indipendenza

Rajoy e Trudeau in una foto tratta dal sito della CBC
La Catalogna non è stata riconosciuta come stato indipendente dal Canada del primo ministro Justin Trudeau. La nazione delle tanto decantate libertà, che pure avrebbe avuto meno interesse, rispetto all'Unione Europea, nel sostenere la Spagna nelle sue pretese sul territorio che ha in Barcellona la sua capitale, ha lasciato delusi i sostenitori dell'indipendenza catalana da Madrid.
"Il Canada riconosce una Spagna unita", ha detto Trudeau, commentando la dichiarazione unilaterale di indipendenza della Catalogna. "Comprendiamo che ci sono serie discussioni interne e chiediamo che queste avvengano seguendo le leggi, la Costituzione spagnola e i principi delle leggi internazionali", ha poi aggiunto, parlando a Saint-Bruno-de-Montarville, a est di Montreal, nel Quebec, altra provincia che ha fatto dell'autonomia uno dei suoi cavalli di battaglia. "Soprattutto - ha aggiunto platonicamente - auspichiamo che quelle discussioni avvengano in modo pacifico".
Come sottolinea l'agenzia ANSA, anche i cittadini del Quebec furono chiamati a esprimersi per il referendum sull'indipendenza: la prima volta, nel 1980, la richiesta di 'associazione sovrana' del Québec al Canada fu nettamente respinta (59,5% no e 40,5% sì). E ancora, nel 1995, il 'no' all'indipendenza vinse con un esiguo margine dello 0,8% (50,4% dei voti totali). Ciononostante, nel 2006, Ottawa ha dovuto riconoscere lo status di nazione al Québec, mentre gli indipendentisti sostengono che il referendum per la scissione della regione francofona verrà riproposto.

domenica 22 ottobre 2017

Ceta, le critiche legate al Grana e al Parmigiano

Per il Grana Padano e il Parmigiano Reggiano il Ceta "offre indubbi vantaggi ma i timori di una gestione canadese che limitasse molto i vantaggi previsti dall'aumento delle quote erano purtroppo fondati. Inoltre, il dazio del 246,5% sui formaggi UE in Canada rende economicamente inaccessibile importare caseari al di fuori delle quote". Lo afferma Stefano Berni, direttore generale del Consorzio GranaPadano, commentando i primi effetti dell'accordo Ceta, la recente intesa che regolamenta l'esportazione di beni e di servizi tra i Paesi dell'Unione Europea e il Canada.
"Le modalità con cui il Canada ha assegnato le quote aggiuntive previste dal CETA - prosegue Berni - cioé 16.000 tons suddivise annualmente per sei anni (2017/2022) quindi, al momento, 750 tons delle 2.600 annue per il 2017 e di conseguenza 5.300 tons per il 2018, non sta favorendo come avrebbe potuto e dovuto l'incremento delle esportazioni". Inoltre, "la distribuzione a pioggia ad operatori improvvisati, anziché agli storici importatori strutturati - prosegue il direttore generale del Consorzio Grana Padano - si sta rivelando un ostacolo organizzativo rilevante e potrebbe essere foriero di storture tali da essere incompatibili con le finalità e gli obiettivi del CETA. Purtroppo il Governo canadese ha ritenuto di accogliere le pressanti lamentele dei produttori di latte e dei trasformatori locali, beneficiandoli dell'attribuzione del 50% delle nuove quote e l'altro 50% è direttamente andato a distributori e dettaglianti. Quasi nulla, invece, è stato destinato agli storici importatori. Ciò potrebbe anche tradursi parzialmente in convenienti importazioni di formaggi europei di minor pregio e valore per non interferire con i formaggi canadesi che, a causa dell'alto prezzo del latte pagato alla stalla in Canada, si collocano in una fascia medio alta. Perciò o la UE trova il modo di correggere queste storture da noi previste e annunciate, o il Ceta assolverà la stessa funzione di una bellissima torta posta su un tavolo di diabetici',' conclude Berni. (fonte: ANSA)

NHL, Senators ancora una volta 'bestia nera' dei Leafs

Gli Ottawa Senators vincono anche la prima Battle of Ontario stagionale di regular-season, dopo avere vinto le prime due partite amichevoli della preseason.
Al Canadian Tire Centre, palazzetto della capitale, i Sens hanno superato i Toronto Maple Leafs con il punteggio di 6-3, in una gara condotta per 4/5, se si può così dividere la partita fra i primi due periodi e i primi minuti del terzo tempo, dopo i quali Ottawa conduceva di tre gol senza averne subito alcuno, con Craig Anderson a caccia dello shutout, cui ha fatto seguito una parte centrale del periodo dominata dai Leafs, che in poco tempo si sono rimessi in carreggiata. Un gran gol di Mark Stone, bravissimo a rubare il disco immediatamente dopo l'ingaggio a centropista seguente alla rete del 3-2 ospite, riportava i Senators sul doppio vantaggio. Nel finale, Toronto ancora a ridosso dei padroni di casa grazie a un gol in power-play ma era Derick Brassard a mettere le cose a posto pochi secondi dopo un clamoroso errore difensivo di Johnny Oduya che avrebbe potuto ridare la parità all'incontro.


Il tabellino dell'incontro

Laura Boldrini, non è tutto oro quello che luccica. Soprattutto se non luccica

La Boldrini di fronte al disegno 'integrazionista'
Laura Boldrini arriva in Canada e, con un oceano di mezzo, magari è pure riuscita a vendere ai canadesi quell'immagine di sé che, latrato dopo latrato, è riuscita a devastare di fronte all'italiano medio. Le uscite isteriche della suffragetta dell'ultrasinistra nazionale, smielate da qualche sorriso e dal compitissimo tailleur in versione segretarialmonacale hanno forse buggerato i canadesi, brava gente, che agli slogan ci credono pure perché non ci sono effettivamente abituati, convinti quasi che un politico, ai loro occhi, possa dire la verità. Come un bimbo di dieci anni, ma anche meno, assopiti di fronte ai vaniloqui di giustizia e libertà del Presidente della Camera, hanno applaudito sinceri come un pubblico ben addestrato, e le hanno pure regalato sorrisi e chiavi cittadine. Del resto, è anche utile ricordarlo, in Canada abbiamo sì una comunità laboriosa e pure facoltosa, ma alla fine siamo ancora quelli che in prima serata ci vanno per la pizza e la pesca delle cozze, con i documentari su Matera e gli asinelli siciliani. Pertanto, di fronte a una donna con similitudini umane moderne, così distaccata dalla venditrice di melecotogne con fazzoletto in testa e gonnellone di panno lungo e "figghiu miu" incorporato, pure la Boldrini la sua porca figura la fa.