mercoledì 19 aprile 2017

19 aprile 1904, il Grande Incendio di Toronto

Oggi, 19 aprile, cade la ricorrenza del Grande Incendio di Toronto (Great Fire of Toronto).
113 anni fa, nel 1904, gran parte della città canadese, infatti, veniva distrutta da un incendio che distrusse gran parte del centro cittadino.
Iniziato in mattinata, alle 8.04 in un'area sita in un negozio al numero 58 di Wellington Street West, la causa precisa non venne mai determinata. Oltre cento case vennero completamente distrutte, ma i danni furono contenuti, anche grazie all'arrivo di pompieri da tutto l'Ontario e perfino dalla vicina città americana di Buffalo, il tutto in una giornata in cui il termometro faceva segnare -4°. In tutto ciò si registrò una sola vittima, John Croft, mentre i danni ammontarono a oltre 10 milioni di dollari, con 5mila persone che rimasero senza lavoro a causa della distruzione delle rispettive aziende o negozi.
La città venne ricostruita velocemente. L'incendio impose norme di sicurezza più severe oltre che all'implementazione del servizio dei pompieri.

lunedì 17 aprile 2017

Pasqua: 45mila uova di cioccolato cadono dal cielo

I bambini a caccia delle uova lanciate (foto Ottawa Sun)
45mila uova di Pasqua, di puro cioccolato, lanciate da un elicottero su di una vasta area compresa fra il Canadian Aviation e lo Space Museum, a Ottawa.
E' stata questa la bella sorpresa che migliaia di bambini canadesi si sono ritrovati in una originale "caccia all'uovo".
Tutto nasce da un'idea del 33enne Shawn Gabie, e dal suo gruppo Kingdome Culture, una chiesa cristiana nella quale Gabie e sua moglie Michelle sono 'pastori'. "E' un modo per dare qualcosa indietro alla nostra comunità”, ha detto Gabie.
Circa 200 i volontari impegnati durante la giornata, nella quale i veri protagonisti sono stati, ovviamente, i bambini, presenti in circa 3mila.

Trudeau e Gentiloni, incontro il 20 e 21 aprile

Paolo Gentiloni e Justin Trudeau
Il presidente del Consiglio italiano, Paolo Gentiloni, incontrerà il primo ministri canadese, Justin Trudeau, i prossimi 20 e 21 aprile.
Lo ha annunciato lo stesso Trudeau, sottolineando come la già stretta alleanza e amicizia fra Canada e Italia sia rafforzata dalla folta comunità italo-canadese nel Paese.
"Il Canada e l'Italia sono stretti alleati e amici e godono di una forte partnership sul piano commerciale e degli investimenti. Un rapporto rafforzato dalla dinamica comunità italo-canadese di circa un milione e mezzo di persone", si legge in una nota del premier. "Sono lieto di incontrare il premier Gentiloni per discutere le nostre rispettive priorità al vertice G7" e come l'accordo di libero scambio Ue-Canada "CETA creerà posti di lavoro per la classe media su entrambe le sponde dell'Atlantico", conclude Trudeau.

Trudeau legalizza la droga in Canada

Drogarsi in Canada presto sarà possibile. Dando seguito a una sua promessa elettorale, il primo ministro canadese, Justin Trudeau, ha infatti presentato una legge per la legalizzazione della marijuana a scopo ricreativo.
Si prevede che la proposta verrà approvata, rendendo così il Canada il secondo paese al mondo, dopo l'Uruguay, ad adottare un simile provvedimento.
La cosiddetta 'droga leggera' verrà così legalizzata dal giuno 2018 per 'scopi ricreativi', ovvero per puro 'divertimento' (mentre già dal 2001 la cannabis poteva essere assunta per motivi medici e dietro prescrizione di un dottore). La proposta di legge consentirà a un adulto di possedere fino a 30 grammi di marijuana.
La legge regolarizzerà a livello federale la disciplina, ma spetterà poi alle singole province gestire il processo di vendita.
Allo stesso tempo il testo prevede un inasprimento delle pene per chi vende la cananbis ai minori di 18 anni. Il Canada è uno dei Paesi dove è più diffuso il consumo di cannabis tra i giovani: circa il 30% delle persone fra i 20 e i 24 anni.

In volo per Calgary, punto da scorpione

Uno scorpione nel cappello, con puntura al seguito. E' quello che si è ritrovato un cittadino canadese, Richard Bell, su di un volo della United Airlines, diretto assieme alla moglie da Houston, nel Texas, a Calgary.
Bell ha spiegato che, mentre era seduto al proprio posto in business class, l'animale sarebbe caduto sulla sua testa, durante il pranzo. "Stavo mangiando e qualcosa mi è caduto fra i capelli - ha raccontato - L'ho preso, ed era uno scorpione".
Un altro passeggero lo ha avvertito che poteva essere pericoloso, così Bell lo ha lasciato cadere nel piatto, ma quando ha provato a riprenderlo in mano per la coda è stato punto.
"I nostri assistenti di volo hanno aiutato il passeggero punto da quello che sembra fosse uno scorpione a bordo, la scorsa settimana", ha confermato United in una nota, indicando che l'uomo è stato immediatamente visitato da medici una volta atterrato a Calgary e che non ha rischiato la vita. Non è chiaro come lo scorpione sia arrivato sull'aereo, che era stato in Costa Rica prima di atterrare a Houston, secondo FlightAware, una piattaforma che traccia le rotte dei velivoli.
Il canadese ha detto di non avere intenzione di fare causa alla United Airlines. La compagnia gli ha comunque offerto di ripagare il volo a titolo di risarcimento.

domenica 2 aprile 2017

Juno Awards, assegnati a Ottawa i premi della musica canadese

Sono stati assegnati a Ottawa i Juno Awards, i premi canadesi della musica. All'Ottawa's Shaw Centre il grande sconfitto è stato Drake, che non ha portato a casa nessuna 'statuetta'. Mattatore della serata, invece, è stato Gord Downie, frontman dei Tragically Hip, condannato tragicamente da un cancro al cervello, che ha ricevuto ben tre premi.A premiarlo, sul palco, la sensuale e affascinante Chantal Kreviazuk.
Ancora ai Tragically Hip è andato il titolo di miglior album rock dell'anno. Il premio di artista dell'anno è andato al defunto Leonard Cohen, confermando così come, in questa edizione, si sia puntato sulle onorificenze 'in memoriam' o quasi. A ritirare il premio di Cohen è stato il figlio, Adam, che ha sottolineato, non senza una tagliente ironia: "Molti artisti internazionali trovano un sacco di scuse per non partecipare ai Juno Awards, ma credo che mio padre abbia trovato la migliore".
Per Drake nemmeno la soddisfazione di ricevere il premio per il miglior album rap, andato a Jazz Cartier,
Fra i tantissimi premi assegnati, meritano una segnalazione quelli vinti dal gruppo torontino 'indie' The Strumbellas (miglior singolo), dai Coldplay (miglior album internazionale), dai The Dirty Nil (miglior gruppo emergente), dal giamaicano (ma ora torontino) da Exco Levi (miglior album reggae) e da Sarah McLachlan, che in questo 2017 è entrata ('indotta'...) nella Canadian Music Hall of Fame, che si è imposta nella categoria 'adult contemporary album of the year'.

Pesce d'aprile: Bieber in Italia a maggio e Winnipeg, USA

Justin Bieber,qui con Seleza Gomez, a Winnipeg
Justin Bieber in Italia a maggio e Winnipeg che chiede di entrare a far parte degli Stati Uniti d'America: sono questi, evidentemente, i due "pesci d'aprile" che Canada 2.0 si è permesso di postare sulla propria pagina. Due piccoli 'falsi' innocenti che rientrano perfettamente nello spirito della giornata dedicata agli scherzi.
Resta inteso, quindi, che Bieber verrà sì, in Italia, ma solamente in giugno, e che Winnipeg resterà a tutti gli effetti in Canada.